Contratto

Il Contratto di fornitura idrica è il documento con il quale la Società ed il Cliente si obbligano a rispettare i reciproci impegni e si stipula quando si vuole attivare il servizio di fornitura idrica.

Può essere sottoscritto se l’unità immobiliare da servire è già allacciata alla rete.
In caso contrario, se l’unità immobiliare non è allacciata alla rete, occorre seguire la procedura di nuovo allaccio.
Le tariffe variano secondo l’uso cui l’acqua è destinata:

  • fornitura per uso domestico (E’ il tipo di contratto stipulato per forniture di acqua potabile alle unità immobiliari destinate ad uso abitativo. I consumi di questa tipologia di fornitura sono suddivisi in cinque gruppi tariffari.)
  • fornitura per uso non domestico (E’ il tipo di contratto stipulato per forniture di acqua a tutte le utenze diverse da quelle domestiche. I consumi di questa tipologia di fornitura sono suddivisi in tre gruppi tariffari.)
  • fornitura per uso temporaneo (E’ il tipo di contratto stipulato per forniture a carattere provvisorio (cantieri, manifestazioni, impianti temporanei, ecc.) Nel contratto per uso temporaneo si applicano sempre le tariffe della fornitura per uso non domestico. All’atto di stipula il cliente dovrà comunicare il consumo presunto.)

a) Dati da comunicare:

  1. Indirizzo utenza;
  2. Recapito della fattura (bolletta) – se diverso da indirizzo Utenza;
  3. Destinazione di uso della fornitura: (Domestico residente, domestico non residente, non domestico, temporaneo, antincendio)
  4. Cod.Fiscale / P.IVA

b) Documenti da presentare:

  1. Copia del documento di attestazione di uso legittimo dell’immobile (titolo di proprietà/locazione/comodato ovvero nulla osta del proprietario dell’immobile a sottoscrivere il contratto di fornitura idrica);
  2. Copia dei dati catastali dell’unità immobiliare servita;
  3. In alternativa ai documenti di cui ai punti 1 e 2 è possibile produrre il Modulo Dichiarazione sostitutiva di certificazione e dati catastali;
  4. Copia del documento di riconoscimento;
  5. In caso di delega: Delega per la sottoscrizione del contratto di fornitura idrica con copia del documento di riconoscimento del delegato.

Nei casi specifici di seguito riportati si aggiungono, ai documenti di cui sopra, i seguenti:

CASO 1) Attività Produttive e/o Persone Giuridiche:
  1. Copia del Certificato d’iscrizione alla CCIA (aggiornato a non più di 6 mesi);
  2. Codice fiscale/P.Iva.
CASO 2) Condomini:
  1. Copia del verbale di nomina dell’amministratore o dichiarazione sostitutiva attestante la qualifica dell’amministratore;
  2. Codice fiscale Condominio
CASO 3) Associazioni:
  1. Copia del Verbale di nomina o dichiarazione sostitutiva di Certificazione Presidente/Amministratore/Tesoriere con poteri di rappresentanza legale;
  2. Codice fiscale Associazione.

Costi da sostenere:
Spese contrattuali (euro 34.61) + imposte di legge (euro 16.00)